Cacciatrice sarda spara al cinghiale, ma non lo prende e l’animale la attacca: si salva colpendolo con la canna del fucile

Ha sparato al cinghiale sbucato dai cespugli, non l’ha ucciso ma solo ferito.

Così l’animale l’ha attaccata e la cacciatrice di Erula nel sassarese, si è salvata dando dei colpi sulla testa all’animale con la canna del fucile riuscendo a metterlo in fuga.

Un episodio che riaccende la polemica tra la regione Sardegna e le associazioni animaliste, in prima fila la Lav che chiede al presidente Christian Solinas di sospendere la stagione venatoria, giudicando “irresponsabile e discriminatoria”. ↓

Ci sono spesso incidenti – accusa la Lav –  che mettono in crisi gli ospedali con gran parte dei reparti dedicati al Covid. Si impegnano mezzi, personale medico e di soccorso. Di recente e’ stato necessario un elicottero per trasportare un cacciatore attaccato da un cinghiale da Campeda a Sassari”.

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.