Calabria: e’ sola ed ha il cancro, il reparto del Ciaccio è ora la sua famiglia.

Ci sono storie che meritano di essere raccontate perché non può essere sempre e solo il male a prendere la ribalta.

Katia è una donna bulgara, una delle tante arrivate in Italia in cerca di fortuna.

Ma a loro può accadere ciò che accade a tutti gli esseri umani, si ammalano.
E Katia si è ammalata per ben due volte.
Ora è in cura presso il reparto di oncologia del presidio ospedaliero Ciaccio, dove, dopo un ciclo di chemioterapia, sta facendo quello di radioterapia.
Ma Katia è sola, non ha famiglia che la possa assistere.
E così, il giorno del suo compleanno, una festa che lei non ha mai celebrato, il reparto di radioterapia dell’ospedale le fa una sorpresa.
Fiori, dolci, festoni.

Tutti e solo per lei. Gli eroi quotidiani con i loro camici e i loro protocolli da rispettare diventano la famiglia di Katia, quella che non hai per sangue ma per scelta. (continua) ↓

E oggi Katia li vuole ringraziare, vuole che tutti sappiano, che tutti conoscano non la sua storia, ma la storia di gente comune che si è dimostrata speciale e l’ha fatta sentire unica. fonte: catanzaroinforma.it 

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.