In Calabria un teatro imponente, elegante e di grande fascino. Un vero gioiello.(FOTO)

 

Il Teatro Comunale di Cosenza sorge in Piazza XV Marzo.

Costruito dal Comune, su progetto dell’architetto Zumpano, nel 1887, l’edificio fu completato nel 1909.

Di stile neoclassico ottocentesco, è caratterizzato da una bella sala, con ottima acustica, e tre ordini di palchi.

Spiccavano belle decorazioni pittoriche e in stucco, in particolare sul soffitto, realizzato dal pittore cosentino Enrico Salfi.

Nel 1943, una bomba forse destinata al vicino Castello Svevo, colpì in pieno il Teatro, distruggendone il soffitto e danneggiando gravemente tutte le suppellettili.

Su disegno dell’architetto partenopeo Ezio Gentile, i lavori di ricostruzione iniziarono nel 1953 e nel 1966 il Teatro fu nuovamente inaugurato.

Esterno

La facciata esterna del Teatro è caratterizzata dal porticato con grandi pilastri che dominano Piazza XV Marzo, decorato a bugne lisce discontinue separate con alcune cornici dal piano superiore.

Il piano soprastante invece è segnato da un sistema binato di lesene che delimitano l’archivolto dei balconi.

L’apparato è sormontato da un cornice che si estende per tutto il perimetro, sul quale spicca una balaustra traforata sulla quale al centro si trova lo stemma civico.

Interno

La sala ha forma a ferro di cavallo con tre ordini di palchi ed una galleria e dispone di 800 posti: 336 in platea e 479 distribuiti in tre ordini di palchi più galleria.

Il palcoscenico (con una profondità di 14 metri, boccascena di 14 metri e graticcia alta 19 metri) è capace di ospitare allestimenti, anche impegnativi, di spettacoli lirici e di prosa.

La configurazione dei volumi consente di ospitare concerti sinfonici, spettacoli di danza, convegni importanti.

Dispone inoltre di un laboratorio di falegnameria, di sartoria, di sala trucco, di infermeria.

 

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.