Madre uccide i due figli disabili e si spara: l’altra figlia era appena partita.

La donna di 64 anni, nella sua casa di Mandas, in Sardegna, ha ucciso i suoi due figli gemelli di quarantadue anni, entrambi disabili e allettati.

Dopo il duplice omicidio la mamma aveva rivolto il fucile da caccia usato per uccidere i figli contro se stessa e ha sparato ferendosi gravemente all’addome.

È stata portata in ospedale dove ha subito un lungo e delicato intervento chirurgico. Per tre ore i medici dell’ospedale Brotzu di Cagliari avevano lavorato per rimuovere i pallini conficcati nell’addome, ma la sessantaquattrenne aveva perso moltissimo sangue.

Concluso l’intervento chirurgico, Angela era stata trasferita nel reparto di Rianimazione dell’ospedale cagliaritano e tenuta sotto osservazione: alla fine però il suo cuore ha smesso di battere.(fanpage

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.