In Calabria un capolavoro di 1000 anni tra i più incantevoli e suggestivi della terra.(FOTO)

In epoca normanna divenne uno dei più ricchi e rinomati monasteri dell’Italia Meridionale.

L’abbazia di Santa Maria del Patire fu fondata intorno al 1095 dal monaco e sacerdote Bartolomeo di Simeri, con l’ausilio di alcuni ricchi normanni, e venne dedicata a “Santa Maria Nuova Odigitria”.

L’abbazia possedeva una ricca biblioteca e uno scriptorium dove lavoravano monaci amanuensi per la trascrizione di antichi codici.

La chiesa possiede una pianta basilicale latino-normanna con tre absidi rivolte ad Oriente.

La navata centrale, caratterizzata dal tetto ligneo a capriate, è divisa dalle due laterali da quattro ordini di arcate a sesto leggermente acuto poggianti su colonne di coccio in arenaria a base ionica e senza capitelli.

Inoltre è caratterizzata anche dall’antico pavimento a mosaico, solo in parte salvato, risalente al XII secolo, voluto dall’ abate Biagio, rappresentante alcune figure di animali reali e mitologici.

Nella chiesa si conserva un crocifisso ligneo del ‘600 e l’effigie della Madonna del Patire, datata alla fine del XIX secolo. ↓

All’ esterno, restano le 3 imponenti absidi rivolte ad Oriente in un’ampia spianata che danno il senso della grandiosità dell’edificio.

Ogni abside possiede 5 archeggiature con lesene policrome ottenute con altrettanti tondi policromi racchiudenti tutti una stella variamente foggiata.

Le due porte laterali presentano molte decorazioni tipiche delle forme arabesche.

Nell’insieme, la chiesa si presenta ancora oggi con architettura compatta, rimanendo ancor oggi una delle più belle architetture dell’arte bizantina. ↓

 

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.