Cupola, affreschi e navate in marmi pregiati, in Calabria un Santuario molto suggestivo.

La chiesa della Madonna delle Grazie di Spezzano Albanese(Cs) è stata innalzata a Santuario nel 1951.

Un luogo di culto risalente al XVI secolo di origine bizantina è in grado di evocare grandi suggestioni già a partire dal viale acciottolato che conduce ad essa.

Dal punto di vista architettonico la facciata principale è caratterizzata da un portico affrescato con immagini sacre risalente al XIX secolo, mentre la parte superiore è sormontata da un timpano triangolare con bassorilievi in nicchie e lunetta.

Dipinto della Madonna (prima metà del ‘300)

La parte sinistra della struttura presenta un campanile a base quadrangolare che termina con una cupola decorata da tegole colorate. ↓

L’interno possiede tre navate divise da due colonnati rivestiti in marmi pregiati, che reggono la volta impreziosita da un dipinto raffigurante la Madonna delle Grazie.

Santuario all’interno

La chiesa è un classico tempio mariano il cui culto, è legato alla leggenda di un’apparizione.

Come spesso accade, della vicenda esistono mille versioni con dettagli sempre diversi che gli abitanti del luogo non esiteranno a raccontare.

Tutte le varianti, però, concordano sul fatto che la Madonna tenesse un bambino sulla gamba destra ed un libro nella mano sinistra: è così che la Vergine è ritratta nella grande tela che sormonta l’altare.

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.