Multato in auto dopo mezzanotte. “Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male”

Fermato a bordo della sua auto poco dopo la mezzanotte, ha detto alla pattuglia della polizia locale che stava andando dalla figlia che stava male e che vive con la madre dopo la separazione da lui.

Ma gli agenti hanno ritenuto che non ci fosse lo stato di necessità e lo hanno multato di 533 euro per violazione delle norme contro il coronavirus. L’episodio è avvenuto lo scorso 20 dicembre 2020 in piazza Vittorio Veneto a Torino, ma è stato reso noto dai giorni scorsi dall’associazione Globoconsumatori, che assisterà l’uomo. (continua)

“Le dichiarazioni dell’automobilista – dice l’associazione – non sono state controllate e sarebbe bastata una semplice telefonata all’ex moglie per controllare la veridicità di quanto dichiarato in merito allo stato di salute della figlia. La vicenda lascia senza parole”.

Dalla polizia locale confermano la multa e ribadiscono che la valutazione dello stato di necessità “è discrezionale e compete alla pattuglia intervenuta. Toccherà poi al prefetto stabilire se vi siano stati errori”.

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.