Mamma cerca di strangolare l’avversario del figlio durante una partita di calcio all’oratorio.

Una scena avvilente ‘andata in onda’ durante il ‘Tornei dell’Amicizia’, disputata presso l’oratorio San Gerolamo Emiliani di via Don Calabria a Milano. 

Daspo di due anni nei confronti della madre esagitata, una 51enne. Che oltre al Divieto di accedere alle manifestazioni sportive, come avviene con gli ultras più violenti, è stata denunciata a piede libero per violenza privata e minacce aggravate.

A ricostruire l’intera vicenda sono stati i poliziotti del commissariato Lambrate, intervenuti in via Don Calabria il giorno della zuffa. Stando alle testimonianze raccolte, il 17enne era stato pesantemente insultato dalle persone in tribuna perché durante la partita aveva commesso alcuni falli di gioco.(continua)

Irritato per la situazione, il giovane aveva sputato sul terreno di gioco e tanto era bastato a scatenare la rabbia violenta della 51enne. Tra insulti e minacce, perfino di morte, la donna non aveva più smesso di incalzare il giovanissimo.

Poi a fine partita – la signora si è avvicinata alla recinzione che delimita il campo e si è fiondata con le sue mani attorno al collo del ragazzino, come per strozzarlo.(fonte)

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.