Il Tempio di Hera Lacinia, tra le aree sacre più importanti del mondo. (VIDEO)

Il tempio di Hera Lacinia a Crotone nell’area archeologica di Capo Colonna, fu il più importante tempio religioso della Magna Grecia.

Costruito in stile dorico dotato di colonne alte oltre 8 metri e di un crepidoma elevato che contribuivano a dare all’edificio una certa maestosità.

Il sito del Santuario era in una posizione strategica lungo le rotte costiere che univano Taranto allo Stretto di Messina.

Situato su un promontorio chiamato anticamente Lacinion, che diede anche l’epiteto alla dea venerata, Hera Lacinia. (continua)↓

Il nome odierno invece ricorda le rovine del tempio, mentre il nome usato fino all’epoca moderna, “Capo Nao“, altro non è che una contrazione del greco naos, che significa appunto tempio. 

Il Santuario era stato edificato alla fine del VI secolo a.C., ed era anche chiamato di Hera Eleytheria, come resta testimoniato da un’iscrizione sul cippo del Lacinion, al Museo archeologico nazionale di Crotone.

Nel XVI secolo fu quasi completamente saccheggiato per riutilizzare i materiali da costruzione.

loading...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Loading...
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del sito si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; Le immagini presenti negli articoli sono esclusivamente a scopo illustrativo qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, o siano viziate da errore vogliate comunicarlo a calabriadasogno@libero.it. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.